Una vita senza macchina: autostrada in bicicletta

autostrada in bici

Gli olandesi ci insegnano moltissimo in termini di trasporto ecosostenibile, infatti se pensi all’Olanda la associ a due elementi principali: i prati fioriti e le biciclette, anche i turisti che la visitano. Molto spesso, ricorrono a questo mezzo di trasporto proprio perché sono costruite davvero molto bene, ed è più facile che andare a piedi, oltre che a permetterti di mantenerti in forma e di visitare più cose. Il popolo scandinavo ha da sempre dimostrato una grandissima consapevolezza nella grandezza della natura, sono tra i popoli più avanti di tutto il mondo, pur vivendo in condizioni climatiche non del tutto favorevoli, hanno un grande rispetto per la natura che li circonda e questo può essere facilmente intuibile dal modo in cui ha non costruito le loro abitazioni e dall’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale.

Ci insegnano che tutto è possibile, soprattutto con l’ultima trovata, che riguarda l’utilizzo di biciclette al posto che di automobili per percorrere lunghi tragitti, mi riferisco ad autostrade per biciclette. L’idea arriva sicuramente per minimizzare l’inquinamento atmosferico prodotto dai tubi di scarico delle macchine, considerando che come in Olanda, anche nei paesi scandinavi si utilizza da sempre la bici come mezzo di trasporto, quindi rispetto alla nostra concezione di utilizzo della bici, abbiamo tutto da imparare.

La Danimarca ha così ben pensato di organizzare una autostrada che permetta ai ciclisti di percorrere più di 15 km in bicicletta, senza preoccuparsi del traffico, riuscendo ad arrivare al posto di lavoro in maniera molto tranquilla, senza stress di imbottigliamento da traffico, ma soprattutto senza inquinamento, che sarebbe una vera rivoluzione per tutti gli amanti della bici e dei trasporti ecosostenibile.

Dietro a questo progetto una grandissima pianificazione, che in realtà mira a creare una vera rete di strutture autostradali per biciclette, e si tratta di un progetto di grandissime dimensioni. Per alcune parti della strada, non sarai possibile evitare l’avvicinamento alle macchine, ma per la maggiore, i ciclisti avranno la possibilità di muoversi senza condizionamenti. La velocità e la percorribilità saranno regolata da semafori, e la velocità consigliata per mantenere un tragitto fluido, con semafori tutti verdi, sarebbe quello di 19km/h.

Come funzionerà?

Dalla progettazione dovrebbero risultare delle autostrade ciclabili dove il traffico fluisce regolarmente, senza alcun intoppo, oltre che le corsie per il traffico, ci saranno anche degli appositi spazi pedonali, in modo da permettere ai ciclisti di poter sostare ed eventualmente scambiarsi due chiacchiere. I danesi sembrano avere pensato proprio a tutto, perfino alla forma inclinata dei cestini, così da favorire un uso facilitato durante la corsa.

Per facilitare l’afflusso di ciclisti inoltre, verranno regalati dei cioccolatini a chi utilizzerà queste autostrade, e sembrerebbe che i danesi non si sono fatti attendere con la partecipazione alla prima realizzazione, infatti il numero di cittadini che sta utilizzando queste autostrade pedonali sono in continuo aumento. Questo è un esempio che l’intera popolazione mondiale dovrebbe tenere davvero in considerazione, e tutto rivolto prima di tutto a risoluzioni ecologiche, nel pieno rispetto nostro è della natura.