La scelta per un barbecue a gas di qualità!

scelta del barbecue a gas

Era da molto tempo che volevo acquistarlo, e finalmente mi sono deciso a cominciare a guardare cosa offre il commercio dei barbecue a gas, vorrei sottolineare che la mia scelta dipende da dei fattori prima di tutto di esigenze familiari e di dimensioni della casa stessa, infatti abbiamo un giardinetto troppo piccolo E attaccato arresto delle casette bifamiliari di conseguenza una parte del nostro giardino e anche della famiglia del piano di sopra di conseguenza per unire le esigenze abbiamo deciso di comprare insieme un barbecue a gas, per passare delle piacevoli giornate con tutta la famiglia e con il vicinato. Mentre io so utilizzare bene il BBQ a legna, il mio vicino no, di conseguenza per accontentare tutte le esigenze abbiamo deciso di optare per uno a gas, anche perché quando lo utilizzeremo con quelli a gas non rischiamo di affumicare il vicinato.

Dove abitavamo prima avevamo un bel giardino solo nostro, avevo fatto costruire un barbecue a mattoni a legna, molto bello, e non nego che mi dispiacque molto lasciarlo, e me ne mancava davvero uno, finalmente sono riuscito a convincere anche il mio vicino del piano di sopra e quindi ora siamo pronti per avventurarsi nel mondo dei barbecue a gas, il cui utilizzo era sconosciuto prima d’ora. Si tratta infatti di un modo totalmente diverso di cucinare, il funzionamento gas infatti facilita moltissimo l’utilizzo di questo strumento, permettendo a chiunque di poter imparare a utilizzarlo nel modo corretto; se provi a cucinare su una griglia a gas molto probabilmente ti sembrerà di cucinare sul fornello, rimane sempre ovviamente il bello di poter cucinare fuori casa e sicuramente l’utilizzo di un barbecue a gas come ho detto prima evita eventuali sgradevoli odori causati dall’utilizzo della legna o della carbonella.

Inoltre il barbecue a gas permette davvero di poter cucinare qualsiasi cosa quindi non dovrai utilizzarlo solo nel momento delle grigliate, ma anche solamente per fare un caffè o per bollire la pasta, perché sulle griglie potrei metterci davvero tutto quello che vuoi, e questo è un altro motivo che ha spinto anche il mio vicino optare per questa tipologia davvero molto funzionale. Un’altra grandissima caratteristica decisamente a favore del barbecue in pietra consiste nella grandezza perché in questo caso puoi trovare barbecue a gas di dimensioni ragionevoli, dotati di spazi per poter appoggiare i piatti o utensili, mentre ti prepari a cucinare i manicaretti della giornata per tutti i tuoi ospiti.

Ricapitolando i suoi vantaggi…

Facendo quindi una sintesi di tutti vantaggi che ha il barbecue a gas, siamo arrivati alla conclusione che si tratta decisamente di quello che stavamo cercando, abbiamo considerato la facilità di utilizzo e di pulizia oltre che all’economicità del gas rispetto al costo della legna, inoltre le dimensioni che ti permettono di avere a casa tua modelli professionali e modelli più tradizionali ed ergonomici, l’unico primo impatto potrebbe essere il prezzo perché generalmente partono al di sopra dei € 50, però risparmierai moltissimo di legna o carbonella, lo pulirai in un attimo e anche per questa ragione sembra proprio un ottimo acquisto, davvero molto consigliato

Il frullatore perfetto… esiste?

frullatore perfetto

Il frullatore rappresenta una buona scelta per i tuoi elettrodomestici da cucina, perché assicura una preparazione molto veloce, a seconda di quello che stai preparando da mangiare, e ovviamente se si tratta del tuo primo acquisto, in questi termini, sarebbe meglio conoscere le caratteristiche e le parti che lo costituiscono, in maniera da fare la scelta che soddisfa per la maggiore le tue esigenze. Per prima cosa, in commercio ne vedrai di tutti i tipi e per tutte le tasche, cerca di affidarti a nomi conosciuti, perché ti permettono di avere una buona garanzia e anche per eventuali pezzi di ricambio, che potrai trovare molto più facilmente.

I frullatori sono composti da due parti: motore e il contenitore in base a queste due caratteristiche si apre l’universo dei frullatori, partendo dal motore che rappresenta la parte più importante della tua scelta, indice di come e con che frequenza intendi utilizzare il tuo frullatore, per intenderci, la potenza viene espressa in watt, per assicurarti di poter utilizzare il nuovo acquisto senza stress, potendolo caricare di alimenti da frullare, ti conviene puntare sui 500 watt, e si tratta comunque di una potenza nella media, ma anche sintomo di un frullatore efficace e funzionale.

Lo stesso discorso vale se siete tanti in famiglia, anche in questo caso infatti meglio scegliere un frullatore di potenza media e anche superiore ai 500 watt, in modo da poterlo utilizzare senza preoccuparti di poter surriscaldare il suo motore. La capienza del frullatore, in secondo luogo, rappresenta una parte importante della tua scelta perché corrisponde alla quantità di cibo che puoi introdurre al suo interno, e questo dipenderà molto sia dal modo in cui intendi utilizzare il frullatore, che dal numero di persone in famiglia.

I materiali delle caraffe inoltre sono diversi, ne potrai trovare in plastica o in vetro, perché devi avere la possibilità di guardare al suo interno mentre frulli, ed assicurati che il contenitore abbia un coperchio e un manico, che aiuteranno a semplificare maggiormente il tuo lavoro. Ora probabilmente ti stai chiedendo che tipo di sicurezza hanno i frullatori, se ne sceglierai uno da marche ben conosciute, quasi sicuramente il frullatore sarà munito di sistemi di sicurezza, che agganciano il contenitore al motore e il coperchio al contenitore, annullando l’operazione se uno dei due non viene assicurato per bene. Infine, per appoggiarlo in maniera salda alla superficie, nel caso il frullatore sia un tipo leggero, ti conviene controllare che ci siano dei piedini di gomma che non lo faranno scivolare.

Come scegliere tra i modelli?

Sei arrivato al momento della tua scelta e sei indeciso, perfettamente normale, molti modelli di marche diverse offrono le stesse funzioni e le stesse dimensioni, si chiama concorrenza, come fai tu a districarti in questo casino e fare la scelta giusta? Valuta per prima cosa le tue esigenze (economiche e funzionali), e comincerai a scartarne alcuni, poi valuta nomi conosciuti e garanzie, necessaria per tutta la durata della vita del tuo nuovo frullatore, grazie al quale potrai velocizzare i tempi in cucina!

Curare l’anima con il profumo naturale

curare anima

Le discipline orientali, in modo particolare, sono tra le più conosciute proprio per lo sviluppo del rispetto della natura, e anche di come curare con la natura, infatti anche gli odori avrebbero un loro potere terapeutico su di noi. Mi riferisco all’utilizzo di incensi particolari a seconda del tipo di cerimonia, per esempio, e in molte tradizione, anche motivo inaugurale di una buona fortuna, più in generale. I soliti pro fumatori che vedi in pubblicità, non sono naturali, hanno moltissime sostanze tossiche al loro interno, soprattutto quelli spray, e sicuramente non ti fa bene respirare quel tipo di profumo artificiale.

Al contrario, i migliori profumi al mondo per donne, dovrebbero provenire da ricerche approfondite sulle essenze pure, create grazie a fiori o alle piante, insomma, la vera essenza dei profumi è materia della natura, e forse non sappiamo che la giusta essenza potrebbe farci passare ansia o insonnia, se utilizzata quella giusta al momento giusto. La natura forse ha sempre avute molte più risposte ai nostri disturbi di quanto pensiamo noi oggi, ma i nostri avi hanno sempre considerato le erbe e gli incensi, molto importanti per curare malattie.

Se hai bisogno di curare alcuni disturbi, la natura potrà provvedere a migliorare la tua condizione tramite profumi naturali, che hanno davvero moltissimi benefici. Gli effetti terapeutici comprendono una vasta gamma di disturbi, oltre che a migliorare i nostri livelli di energia, si tratta più o meno dello stesso effetto che fanno i colori delle nostre stanze su di noi, non a casa si consigliano certi colori per determinati ambienti, proprio perché vanno a migliorare la nostra o c’è trazione, o il nostro appetito, per esempio. E ancora non a caso la stessa disposizione degli ambienti, geograficamente e della disposizione e colore dei mobili, vanno ad influire sul nostro equilibrio e serenità interiori.

Con i profumi, l’aromaterapia ci aiuta a guarire con le essenze, il potere di rasserenare il nostro spirito, oppure per ritrovare entusiasmo e vitalità, per ogni evenienza esiste un essenza capace di riequilibrare la tua parte mancante, e dato che, le case sono ambienti che viviamo la maggioranza del giorno, invece di usare profumatori commerciali, possiamo usare una linea tutta nuova e tutta italiana, che viene prodotta in Toscana, da Biofficina.

Profumo di …Sostenibilità e natura…

La grandissima etica ecosostenibile, e il risultato tutto naturale fanno dei profumatori naturali un ottimo esempio di utilizzo intelligente della natura, aiutando a migliorare lo stato d’animo, e a farci sorridere, perché l’odore dei fiori, ci rasserena in ogni circostanza. Inoltre, la gamma di essenze disponibile è molto varia, quindi troverai sicuramente quello che desideri, potendo anche alternare le essenze come e quando vuoi.

Inoltre sono anche molto fiero di annunciare l’italianità di questa azienda, dovremmo essere tutti molto contenti del loro approccio al mercato del lavoro, etica del sostenibile, rispetto per la natura e per l’uomo fanno dei loro prodotti una garanzia davvero tutta italiana. Spezie italiane per rinvigorire il nostro animo, per darci forza, o per rilassarci e conciliarci ad un sonno davvero sereno.

Isolanti termici naturali: dal sughero..

isolante di sughero

.La bioedilizia sta sempre più facendo passi da gigante, nel ritorno all’utilizzo di materiali naturali, per costruire e isolare le nostre abitazioni, ci sono più materiali naturali di quanto pensi che possono essere utilizzati per la bioedilizia, e moltissime tra questi li usi regolarmente, tutti i giorni. Chi di noi non beve vino? Siamo amanti della buona tavola, e in tutti e pranzi e le cene italiane si trova sempre un buon bicchiere di vino rosso o bianco da bere, con il prodotto giusto.

Se pensate a quanto sughero viene utilizzato per tappare le bottiglie di vino, puoi facilmente pensare anche alla fine dei tappi delle tue bottiglie di vino, che solitamente vengono buttati senza essere più riutilizzati. E in tutto questo vengono ad aiutarci gli amanti del riciclo, della trasformazione e del riutilizzo, nel caso specifico del sughero, questo materiale viene utilizzato molto spesso come isolante termico, quindi il suo riutilizzo avviene in modo specifico, nel campo della bioedilizia.

In Italia, siamo grandissimi produttori di sughero, e il primato se lo aggiudica la Sardegna con più dell’80% di produzione nel paese, è la maggioranza di questa percentuale riguarda il sughero creato proprio per le nostre amate bottiglie di vino.Questo materiale ha moltissime proprietà, elasticità e resistenza al fuoco, impermeabilità ai liquidi, riesce a isolare dai suoni e dal freddo, inoltre ha una vita molto lunga, oltre che ad essere estremamente leggero.

….Alle alghe?

Il sughero rappresenta un’alternativa molto intelligente, che una volta lavorato e tritato, si presenta come uno dei migliori isolanti termici al mondo, considerate anche le sue innumerevoli qualità. Questa notizia invece, arriva dal mondo vegetale, e stiamo parlando di alghe, che molto spesso non vengono viste sotto un buon occhio, sopratutto quando vai al mare in estate, le alghe non piacciono quasi a nessuno, ma forse dopo aver scoperto le proprietà di una specie, cambierà idea al riguardo. Esiste un alga, che si chiama Posidonia, che riuscirebbe a isolare sia termicamente sia acusticamente, oltre che a essere resistente al fuoco e alle muffe.

La sua durata è sorprendente molto più di 100 anni, inoltre trattandosi di un materiale naturale, ha un bassissimo impatto ecologico e risulta facilmente trasformabile in isolante, la si trasforma in filamenti, fibre naturali, e ora si stanno sperimentando le sue capacità all’interno di tetti, oltre che dei muri. Per fortuna, la natura ci ha regalato moltissime alghe di questo tipo, sono proprio quelle che si arenano sulle sbaglio, e per noi le stanno sporcando, mentre in realtà veniva già utilizzate per coprire i tetti, invece della paglia, e negli ultimi tempi, anche ai lati delle dighe in Olanda, per riempirli.

Ci sono molti esempi di utilizzo di questa alga, ti basterà cercare un po’ di più nel mondo del web, in realtà, non si tratta d’una novità, ma di un riutilizzo in chiave più tecnologica e contemporanea di quello che la natura ha da offrirci. Quindi forse, in relata, si tratta di una rinata consapevolezza per noi.